Organizzare un matrimonio non è mai una questione semplice. Certo, ingaggiare un professionista del settore, un weddingplanner ad esempio, aiuta parecchio a rilassarsi e a godersi appieno questo felice momento. Se però il budget è quello che è e non ci si può permettere un’ulteriore spesa extra, i servizi di un weddingplanner sono i primi costi che vengono tagliati dalle future coppie. Senza contare poi che in fondo, nonostante lo stress e l’agitazione perenni, organizzare un matrimonio può essere anche divertente. Basti pensare alle prove per l’abito della sposa in compagnia di sua madre e delle sue migliori amiche, per non parlare dei numerosi e buonissimi assaggi per scegliere la torta e il resto del menu!

Per potersi godere anche la fase di pianificazione di un matrimonio, occorre essere ben organizzati e annotarsi tutto su un’agenda, meglio se con le date, in modo da poter segnare anche gli appuntamenti giornalieri con i fornitori, il parroco e i gestori delle location. Oltre all’agenda, un buon consiglio è quello di fare una lista di cose da fare, ordinate in base alla loro urgenza e dando maggior risalto agli elementi prioritari ed irrinunciabili per la coppia, in modo da sapere già dove tagliare le spese in caso di superamento del budget stabilito. Per quanto riguarda il budget è consigliabile stabilire due piani delle spese, uno ideale che vorreste rispettare, e uno effettivo, da cui attingere in caso di spese extra e non previste.

VillePerMatrimoni Una volta stabilito il numero di invitati (che sarà ovviamente condizionato molto dal budget) si può passare alla scelta di un tema per il matrimonio e in base ad esso si potrà iniziare a cercare una location appunto “in tema”. Il tema del matrimonio dovrebbe rispecchiare i gusti e i caratteri dei due sposi, così come anche il loro stile. Ecco perché un’idea carina è quella di scegliere un tema che abbia un significato per gli sposi, come una passione comune. Se invece i due innamorati fossero diversi come il giorno e la notte, si può proprio giocare su queste differenze, optando per due temi molto distanti tra loro fusi insieme. Per i più alla moda, i trend più in voga per il 2016 sono sicuramente lo stile minimal e quello boho chic.
Per la scelta della location bisogna, come già accennato poco sopra, rimanere coerenti con il tema scelto. Un matrimonio boho sarà adatto a vecchie cascine e agriturismi immersi nel verde, mentre per delle nozze eleganti una villa storica o un hotel sono più indicati. Ovviamente anche su questa scelta influirà molto il budget prefissato e il numero di invitati al ricevimento. Nella scelta della struttura bisogna prendere in considerazione anche la stagione in cui si terranno le nozze, poiché se si tratta di una stagione piovosa o caratterizzata da temperature basse è consigliabile optare per una location che oltre ad un vasto giardino disponga anche di ampi spazi interni e di sistemi di riscaldamento efficienti.
Passando invece alla scelta del menu, è importante stabilire in anticipo se si intende organizzare un pranzo (decisamente più dispendioso), una cena oppure un aperitivo. Optando per una location che ha anche un’area ristorante sicuramente si potranno risparmiare soldi, ma è bene in ogni caso incontrare più di una struttura ricettiva per avere un’idea più chiara del prezzo medio richiesto. Per quanto riguarda il menu, ciascun ristorante (o lo stesso servizio di catering) presenteranno alla coppia alcune delle loro proposte, in modo da lasciare a loro la decisione finale. Se invece si opta per un rinfresco a casa o fai da te, è importante scegliere menu a base di piatti freddi che possano essere preparati il giorno prima e magari con l’aiuto di parenti e amici.
Per quanto riguarda gli altri fornitori come fioristi, deejay, autisti, pasticceri, ecc. è bene ricordare sempre di cercare di trattare sul prezzo e di valutare anche in questi casi più proposte, in modo da poter scegliere la soluzione che più soddisfa le esigenze dei futuri sposi.
Fonte: Data Nozze – il matrimonio perfetto